Ordina entro lunedì 20 dicembre e ricevi in tempo per Natale!

Studenti progettano “Make it at home”

Gli studenti nuovamente protagonisti di attività formative in collaborazione e sinergia con i liquori Carlotto. Dopo che nel 2019, in occasione del Centenario dell’azienda, molte scuole della vallata hanno omaggiato l’importante traguardo, chi con elaborazioni grafiche (il Liceo Artistico Boccioni di Valdagno), chi con piatti succulenti e cocktail innovativi (l’Istituto Alberghiero Artusi di Recoaro Terme), chi con dolcetti prelibati (il Cfp di Trissino), proprio quest’ultima scuola, nello specifico gli allievi del settore agroalimentare 4° PAN e del settore vendite 4° AV, sono stati nuovamente sotto i riflettori per un progetto dal nome “Make it at home. Una dolce esperienza”. Non solo l’ideazione della ricetta dei due pasticcini utilizzando i liquori Carlotto, i ragazzi hanno anche seguito l’aspetto descrittivo e divulgativo per permettere a tutti di realizzarli comodamente a casa.

L’obiettivo didattico è stato quello di calarsi in un progetto di marketing di un importante realtà locale avendo la possibilità di  lavorare in team, conoscere la storia del centenario liquorificio Carlotto, apprendere il loro concept e capire l’evoluzione del suo marketing negli anni.

Prima ricetta: i muffin 

Si parte con sfiziosi MUFFIN da preparare a casa con il liquore Certosa Carlotto, il cocco e l’arancia. I ragazzi hanno elaborato la ricetta, facile e veloce, spiegandone il procedimento passo dopo passo per consentire a tutti, anche ai meno esperti in cucina, di poterli realizzare a casa. Ma questi non sono gli unici del progetto della Scuola professionale di Trissino.

Seconda ricetta: i Baci di dama

A far parte di “Make it at home” anche i Baci di dama ai liquori Carlotto Amaretto e Café, altro famoso pasticcino rivisitato dall’estro e intraprendenza degli studenti. 

Ecco le ricette da loro realizzate!!! 

La Carlotto liquori si complimenta con gli studenti e gli insegnanti del Cfp per il bellissimo e goloso progetto!

Se ti è piaciuto l'articolo, condividilo!

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email